Comunicazione digitale: Come attirare il proprio pubblico!

Comunicazione digitale: Come attirare il proprio pubblico!

Il content marketing è diventato il punto di convergenza in cui confluisce gran parte del marketing e della comunicazione aziendale al tempo del web sociale. La ragione principale di questo sta nel radicale cambiamento dei paradigmi della comunicazione. I brand oggi non devono interrompere la persone, i messaggi push (come gli spot pubblicitari classici) sono sempre meno efficaci. La soglia di attenzione media delle persone è oggi di 8 secondi, meno di quella del pesce rosso, a causa del costante bombardamento di messaggi cui si è sottoposti quotidianamente.

La vera grande barriera che la comunicazione oggi deve superare è l’indifferenza dell’utente. I canali digitali, a differenza dei canali tradizionali, ci permettono di creare una content strategy che consente al brand di farsi trovare nel momento giusto col contenuto giusto e dalla persona giusta.

A parole sembra tutto molto facile, direte voi, ma nei fatti come si fa? In effetti  ci sono molte domande a cui dare una risposta prima di iniziare a mettere nero su bianco una strategia, proviamo a scrivere le principali

> Come si individua la persona giusta?

> Come si capisce qual è il contenuto interessante?

> Come si individua il momento giusto?

Proprio queste tre domande sono il “dietro le quinte” del content marketing e di tutte quelle attività e strategie che vanno messe in campo PRIMA di creare e distribuire un contenuto, per poter trovare le risposte.

 

Come trovare le persone e capirne gli interessi

Nella comunicazione web, per essere efficaci, è necessario capire le esigenze dei pubblici per riuscire a soddisfarle nel momento in cui si concretizzano. In un famoso manifesto riguardante i mercati, composto da 95 tesi, denominato “The Cluetrain Manifesto” la prima di queste tesi recita “i mercati sono conversazioni”. Non è un caso che sia proprio questa l’apertura di questo documento, questa definizione sintetizza in pochissime parole il cambiamento epocale avvenuto negli ultimi anni.

Prima dell’avvento di internet e, in particolare, dei Social Network, il marketing e la comunicazione erano processi a senso unico, verticali, dal brand che si trovava in alto verso le persone (il target) che doveva essere “colpito” dalle campagne pubblicitarie. La comunicazione si poteva accendere e spegnere, si poteva essere “in comunicazione” oppure no.

Oggi invece ogni persona ha la possibilità di cercare informazioni sul brand, di generare conversazioni su un prodotto coinvolgendo altri utenti oppure di interagire con l’azienda sui suoi touchpoint digitali, come per esempio le pagine e i profili aziendali dei social media.  

Probabilmente, a primo impatto, questo cambiamento potrebbe spaventare, perché è evidente come questi meccanismi siano meno controllabili da enti e aziende, bisogna però saperne cogliere le opportunità. Perché, in realtà, le persone sono poco interessate a prodotti e ad aziende, ma sono molto più propense a creare conversazioni ed ad effettuare ricerche che riguardano i loro interessi, le loro passioni e i loro bisogni.

Tutte queste attività ed interazioni che le persone hanno in rete sono una fonte sconfinata di informazioni e di dati che, se analizzati nel modo giusto, possono fornire indicazioni molto preziose e precise, essenziali per rispondere proprio alle domande che ci eravamo posti prima. Che saranno i presupposti su cui costruire la propria strategia di digital marketing. In particolare possiamo: 

> Individuare i propri pubblici potenziali.

> Comprendere i loro interessi e bisogni principali.

> Individuazione degli ambienti social e digitali in cui raggiungerli.

Queste sono le premesse da cui oggi le aziende e i brand devono partire per creare delle strategie di comunicazione efficaci, che riescano ad attrarre nuovi pubblici e a fidelizzare chi già li conosce. Non è più UNO DEI modi, ma L’UNICO modo possibile per fare comunicazione e marketing ai tempi del digitale.

L’approccio corretto al digital marketing è proprio questo, è un processo prima di tutto strategico articolato in 6 fasi, attraverso il quale si da il via ad un ciclo continuo di produzione di contenuti da declinare per i diversi ambienti digitali. Contenuti che riescano a interessare, coinvolgere e conquistare le persone che fanno parte del nostro pubblico.

Prima di arrivare alla produzione e alla disseminazione sui diversi canali, il percorso da affrontare è lungo e articolato. Si parte dall’ascolto e dall’individuazione dei pubblici potenziali, passando per la progettazione e l’ideazione, fino ad arrivare alla creazione e alla disseminazione.

Questo è solo un’introduzione generale a questo argomento nelle prossime settimane analizzeremo, uno per uno, tutti gli step della strategia.

Chiudi il menu

Questo sito utilizza i cookie, propri e di terze parti, per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi